Pro Loco Casapesenna

Personaggi illustri

Don Salvatore Vitale

Nacque a Frattamaggiore (NA) il 7/8/1904. A 9 anni entrò nel Seminario di Aversa e l’11 giugno 1927 ricevette l’ordinazione sacerdotale. Fu nominato parroco di Casapesenna il 14 maggio 1933. Si mise subito al lavoro con questo programma: ricostruire la Chiesa Parrocchiale e santificare le anime attraverso l’adorazione di Gesù Eucaristia. Devotissimo alla Madonna, coniò la giaculatoria “Mia Madonna e Mia Salvezza”, spiegando che “l’ora che viviamo è così triste e grave che abbiamo bisogno di salvezza che solo la Madonna può dare”.

Dinanzi allo sfacelo e al lutto seminato dalla seconda guerra mondiale, per alleviare le sofferenze degli orfani e dei bambini poveri, il 19 marzo 1944 fondò a Casapesenna la Piccola Casetta di Nazareth e la famiglia religiosa “I missionari e le missionarie della Piccola Casetta”. A queste si aggiunge l’Associazione S.Giuseppe composta da laici.

Muore il 13 aprile 1981, le sue spoglie riposano nella Chiesa Parrocchiale Santa Croce. Nel 1988 si realizza il suo sogno: il Santuario Mia Madonna e Mia Salvezza, benedetto due anni più tardi dal Papa Giovanni Paolo II.