Pro Loco Casapesenna

Gastronomia

La mozzarella di bufala

Il nome mozzarella deriva dalla lavorazione del prodotto, che comporta la “mozzatura” della pasta filata del formaggio fresco. La pasta, dopo la cagliatura del latte intero di bufala, viene sottoposta ad un processo di filatura in acqua calda, e poi modellata nelle forme tradizionali rotondeggianti.

 

La carne di bufalotto

La presenza di paludi e zone con acque stagnanti favorì l’insediamento e la diffusione del bufalo nei territori dell’Agro Aversano e del Casertano. Attualmente gli allevamenti nella provincia sono numerosissimi e sono rivolti principalmente alla produzione di latte per la mozzarella di bufala.

La carne di bufalotto è un prodotto estremamente interessante, è intatti poco grassa, ricca di ferro e ha un basso contenuto di colesterolo, ed è quindi consigliata a bambini, anziani e coloro che necessitano di una dieta povera di grassi. Ma, cosa più importante, è una carne genuina e squisita! Puoi gustarla anche alla nostra Sagra!

 

Il vino asprinio

Un vino di antica origine, tipico dell’Agro Aversano, le cui prime testimonianze risalgono al regno di Roberto d’Angiò. Le caratteristiche di questo vino bianco, fresco e secco, sono legate al sapore acre dell’uva e alla dimensione dei filari di vite “maritata” a un tutore vivo, di solito olmi o pioppi, alti anche più di 10 metri (vigneti ad alberata). Tradizionalmente la vinificazione avviene in ambienti sotterranei, le “grotte”, dove il vino è lasciato fermentare a temperatura costante.

Si abbina perfettamente alla mozzarella di bufala, oltre ai piatti di verdure, pesce e frutti di mare. La versione spumante è ottima come aperitivo.